In pista con i BROStoRUN!

Fare la Madrina ad una manifestazione sportiva non è solo un fatto di immagine e presenza, ma una bellissima occasione per fare nuove esperienze e incontri davvero interessanti.
Nell’anteprima de “La mezza d’Italia” sto conoscendo tanti amici di Giorgio Calcaterra (vedi articolo http://www.mypassionfit.com/wp/2017/09/14/giorgio-calcaterra/), il mondo dei runners non conosce confini, i più assidui frequentatori di maratone si spostano e incontrano in giro per tutta Italia (e non solo), creando una vera e propria community!
Man mano che il tempo passa sento sempre più di farne parte!
Indifferente il mio tempo di gara, vale lo stesso spirito per tutti, la sfida personale, l’aggregazione, il non mollare fino al traguardo.
In questo articolo voglio parlarvi proprio di loro, ma di un gruppo in particolare che si chiama BROStoRUN!

Durante l’estate sono stata contattata da Francesco Grattoni, per fare un’intervista nel Blog http://www.brostorun.com, interamente dedicato alla corsa.
*La mia intervista: http://www.brostorun.com/go-mari-go.php.
Io e Francesco abbiamo parlato per quasi 2 ore stabilendo subito una bellissima sintonia e scoprendo tanti punti in comune.
In testa ovviamente la passione per la corsa, tanti valori che dallo sport si fanno largo nella vita, e una genuinità che in altri ambiti ho trovato piuttosto carente…

“C’è un posto dove ti senti libero, dove cuore, polmoni e gambe sono il bene più prezioso che hai, dove non vieni giudicato, dove hai sempre una seconda possibilità, dove conosci il tuo corpo, dove riconosci il tuo spirito, dove ascolti la tua mente, dove non ti servono le parole per esprimere ciò che sei. Questo posto è la strada.
Questo posto è BROStoRUN.”

Questo è il primo testo apparso 3 anni fa sul neonato sito di BROStoRUN, un Blog che non parla solo di tabelle e alimentazione, ma che vuole sopratutto emozionare e condividere, perché la corsa è questo, affermano all’unisono.
Lo penso profondamente anch’io…riscontro tanti punti in comune con i BROStoRUN, e oggi anche un Blog!
Ed è proprio nel mio ‘diario’ che voglio raccontarvi chi sono, dopo averli vissuti più da vicino in due eventi dove mi hanno coinvolto:
WHITE RUN, Cividale del Friuli, 2 Settembre 2017. Manifestazione ideata e organizzata interamente dai Bros!
Ospiti: Giorgio Calcaterra, Leonardo Cenci ed io.
Oltre alla gestione del Blog, i Bros creano anche eventi in giro per l’Italia per essere un punto di aggregazione dei runners.
MARATONINA INTERNAZIONALE CITTA’ DI UDINE, 21km corsi insieme il 17 Settembre 2017.

Le due trasferte in Friuli non sono state una toccata e fuga ma ho avuto modo in entrambe le occasioni di fermarmi per il weekend.
La magia! Ci sono persone che ti sembra di conoscere da sempre, un feeling immediato e condiviso in ogni momento passato insieme.
Durante la WHITE RUN (http://www.thewhiterun.com), una giornata di eventi che ha vissuto il suo momento clou con la fun race di 5 km da correre nel centro storico di Cividale del Friuli vestiti tutti di bianco, il tempo non è stato clemente.

Io che organizzo eventi so bene cosa voglia dire gestire l’imprevisto meteo quando hai lavorato tanto ad un progetto. Mai, e dico mai, ho percepito nervosismo o tensioni.
E’ come durante una maratona, può cadere il diluvio o una tempesta di neve, puoi avere problemi fisici o la testa ingombra da mille problemi, ma non ti fermi e non perdi energia a lamentarti… Si va avanti con maggiore volontà e tenacia, magari con l’aiuto di qualcuno che perde tempo nel suo risultato ma si ferma e ti supporta.
I Bros hanno realizzato una prima edizione della WHITE RUN esattamente con questi presupposti, la loro grande energia, passione e professionalità non sono mancati in un solo istante, e il risultato è stato grandioso!
L’ultima sera abbiamo anche fatto festa e, per come sono fatta io, mi sono divertita molto di più che in tanti eventi milanesi…meno apparenza e più sostanza! 🙂

L’unica promessa di rivederci presto, da lì a due settimane avremmo infatti corso la mezza maratona di Udine.
Rispetto a loro sono decisamente meno allenata e i tempi di gara sono più lunghi. Mi preoccupo sempre di non rallentare gli altri, stare ad un passo che non è il proprio può dare fastidio, ma non a loro.
Francesco e Angelo si sono subito proposti di affiancarmi, galvanizzati all’idea di aiutare me a fare il miglior tempo, a discapito del proprio.
Avrei infatti corso per la prima volta come tesserata FIDAL, la società che ho scelto ovviamente Calcaterra Sport!
Volete sapere com’è andata? 21 km in 01:49:58, pure 2 secondi in meno ai 50 minuti! Il mio obiettivo era di stare sotto le 2 ore ma non mi sarei aspettata questo risultato. Tempo sui primi 10 km di gara di 50 minuti, il mio record!
Se avessi corso da sola non avrei mai fatto questi risultati, aldilà della sfida personale quello che è valso di più è stata la squadra!


Se avete letto altri articoli che ho pubblicato, vi siete fatti un’idea di cosa penso dell’energia…in certi momenti di difficoltà, mi hanno semplicemente affiancato a turno e vi assicuro che ho percepito così forte e tangibile la loro energia, a dire la verità ne ho proprio attinto. Non è affatto astratta, la potevo sentire in modo così tangibile che quasi emoziona il pensiero…anche Francesco e Angelo mi hanno confermato la stessa sensazione.
Cosa posso aggiungere se non grazie!
La gratitudine nel vivere certe esperienze, sfide, ma sopratutto persone come loro non ha eguali.
Seguiteli sul Blog, sono certa che contageranno anche voi!

I CONSIGLI SECONDO I BROS!
Quando affianchi dei veterani, la prima cosa da fare è carpire qualche segreto! 😉
Durante il weekend a Udine ho avuto modo di vedere e replicare la preparazione che precede la gara, sbirciando nelle abitudini dei Bros!
Non parliamo di una 42 km ma anche su una 21 km qualche accorgimento è utile per migliorare la prestazione, senza però essere eccessivamente rigorosi ed estremisti…venerdì sera ci siamo anche concessi del vino rosso a tavola e un Mojito dopo cena in serata ‘danzereccia’!
La persona che ho maggiormente tempestato di domande è Francesco, uno sportivo performante che corre 3/4 giorni a settimana e negli altri 3 va in palestra, da sempre molto attento nell’informarsi e curioso di sperimentare innanzitutto su se stesso, senza però essere maniacale.
Io mi sono seduta a tavola sempre di fianco a lui, consumando gli stessi alimenti e scoprendo qualche cosa in più, anche se lui ci tiene a specificare di non essere un nutrizionista (ma ne ha incontrati tanti), io invece dico che la sa lunga! 😉

Vado per punti:

  • Prima di tutto il giorno prima della gara si fa una bella ‘sgambettata’ a ritmo moderato è l’ideale per attivare il corpo, bastano 5/6 km, senza affaticarsi troppo.
  • Vediamo ora la giusta alimentazione.
    Due sere prima si iniziano ad assumere i carboidrati, gli alcolici (birra o un bicchiere di rosso) non sono del tutto banditi (almeno su una mezza maratona) ma usiamo un po’ di buon senso!
  • Il pranzo del giorno prima della gara proteine (carne bianca o pesce) e verdure cotte.
    Importante: Le verdure è meglio mangiarle cotte perché sono più facilmente digeribili (evitiamo la verdura cruda che potrebbe causare spiacevoli effetti collaterali in gara!…).
    La carne è preferibile bianca (proteine nobili), perché quella rossa potrebbe favorire i crampi ed è meglio mangiarla per il recupero dopo aver corso.
  • La cena della sera prima prevede carboidrati e proteine, ad es. prosciutto o bresaola o comunque carni magre, e un bel piatto di pasta al pomodoro, e mi raccomando per questa volta niente alcolici e direi anche niente verdure!
    La sera prima delle maratone vengono spesso organizzate delle “pasta party”, è praticamente un rito!
  • La colazione va fatta 2h, 2h.30 prima dell’inizio della gara, per fare scorta di calorie ma avendo il tempo di digerire. Bisogna mangiare sano e leggero ma un po’ di tutto: carboidrati, proteine, zuccheri e ovviamente assumere liquidi!
    Perfetti quindi il pane o le fette biscottate con burro e marmellata, bresaola o tacchino a fette sottili, oppure uovo strapazzato. Da non disdegnare un pezzettino di grana.
    Fin qui avevo già un’idea ma ho scoperto che il pane deve essere di farina bianca perché quello integrale rischia di farci disidratare durante la digestione e quindi in gara non va affatto bene. Il burro è un grasso utile per darci energia prolungata, indicato sopratutto sulle lunghe distanze.
  • Durante la gara beviamo acqua ad ogni punto di ristoro, gli integratori meglio evitarli che potrebbero appesantire lo stomaco e i gel, se già non collaudati, addirittura qualche effetto collaterale. Vanno infatti presi ogni 10 km e anticipando il momento di calo energetico. Quando il fisico arriva in carenza di carboidrati e inizia ad attingere alle riserve di grassi, immettere il gel è troppo tardi e quindi ristagna creando possibili problemi intestinali, crampi etc. In ogni caso non scadiamo nell’effetto placebo…sopratutto una mezza maratona la si può correre semplicemente bevendo acqua e, magari, attingendo alla forza del gruppo!

IDENTIKIT DEI BROS!


La squadra dei BROStoRUN è ben composta ed assortita, un gruppo affiatato di sei amici che hanno deciso di unirsi per dare vita a questo progetto. I runners del gruppo sono Angelo, Francesco e Massimiliano. Anche se Roberto ha fatto una promessa e si sta allenando per correre 10 km a La mezza d’Italia…lo abbiamo contagiato!!!
Vediamo cosa hanno detto!

Angelo Braganò, Presidente di BROStoRUN.
Nella vita lavora in ambito economico e finanziario. Ha un’innata predisposizione nel coordinamento di gruppi di lavoro e nella cura e nella gestione della comunicazione sia nell’ambito delle relazioni pubbliche che professionali.
“Amo la corsa e le emozioni che mi trasmette la strada. Sono un sognatore con i piedi ben piantati per terra…
Decisamente testardo, anche se, alle porte dei 51 anni, tento ancora e non sempre con successo, di gestire questo difetto!”

Francesco Grattoni, scrittore del Blog.
Competente come Angelo in ambito economico e finanziario, anche lui con  una naturale predisposizione per la comunicazione e le relazioni pubbliche.
“Mi ritengo uno spirito libero anche se, quando vengo circondato da persone di valore, amo lavorare in gruppo mettendomi a disposizione degli altri e mantenendo comunque la mia indipendenza. Ho due grandi passioni: la corsa e la scrittura. La prima perché mi emoziona e mi fa sentire libero, la seconda perché mi permette di tradurre e custodire ciò che provo.
Amo ascoltare le persone e raccontare le loro storie per trarre insegnamento da ogni uomo e donna che incontro lungo quella ‘meravigliosa strada’ che è la vita. Difetti? Molti gli rimproverano di essere fissato con sport e alimentazione ma tiro dritto per la mia strada!”

Roberto Spadaccio, grafico del Blog.
Socio fondatore con Pietro di SPA&SPA, agenzia di grafica e comunicazione.
“Sono un creativo solare e romantico ma molto determinato. Mi piace la confusione e il divertimento, ma allo stesso modo la pace e l’armonia del silenzio. Amo creare ‘cose’ che diano sensazioni di benessere alle persone, siano esse dei progetti grafici e/o artistici che degli eventi di festa ed allegria ai massimi livelli. Difetti? Tanti…ma il principale che non prendo mai le cose troppo sul serio!”

Pietro Spagnuolo, grafico del Blog.
Socio fondatore con Roberto di SPA&SPA, agenzia di grafica e comunicazione.
“Graphic designer dalla nascita, appassionato dall’arte e convinto che l’arte stessa insegni e racconti il mondo. Adoro osservare gli atteggiamenti, gli stili e abitudini delle persone nella vita comune. Convinto che il viaggio possa formare e accrescere la conoscenza delle persone, come docente di comunicazione, esorto gli studenti a non stancarsi mai di osservare tutto quello che li circonda!”

Massimiliano Banda, Dottore in psicologia dello sport.
“Sportivo fin da piccolo, psicologo da grande, queste le mie due grandi passioni non potevano che convergere assieme in un lavoro affascinante che va ad incrementare, tra le altre cose, la fiducia in sé, la motivazione e la solidità mentale dell’atleta. Lo sport, come ogni altra cosa nella vita, dovrebbe essere sostenuto dal divertimento, dalla passione e dall’impegno. Fermamente convinto che ciò che si pensa essere un limite in realtà non è altro che un obiettivo non ancora raggiunto!”

Fabio Marchesi, colui che gestisce il sito e Web marketing del Blog.
Da sempre appassionato di informatica, nel 2003 fonda Servizi Multimediali, web agency friulana. Nel 2013 si affaccia al mondo dell’advertising online, ne studia dinamiche e funzionamenti. Oggi è partner certificato Google Adwords e si occupa di sviluppo e gestione di strategie di promozione online in una prospettiva di comunicazione e marketing digitale.
“Non capisco la lotta ai concorrenti, io vedo solo colleghi con cui collaborare e crescere!”

Per saperne di più:
Blog: http://www.brostorun.com
The White run: http://www.thewhiterun.com

Tags:
Leave a Comment