La cerimonia del tè

Ad essere sincera ero in dubbio se pubblicare questo articolo nella sezione ‘Benessere’ oppure in ‘Risveglio di coscienza’. Come vedete ha vinto la seconda opzione e di seguito capirete il perché.
In questo giorni e fino al 26 di Novembre, ho saputo che il Mandarin Oriental Milan, uno degli Hotel più eleganti di Milano e decisamente proiettato verso la tradizione orientale, ospita un importante Maestro Shaolin.
Master Hu, nato e cresciuto in un piccolo villaggio nell’area che circonda il Tempio Shaolin della provincia di Henan, in Cina, ha cominciato il suo cammino a soli 7 anni e vanta oggi una ventennale e profonda esperienza della cultura Shaolin.
Le possibili attività da vivere con il Maestro all’interno dell’Hotel sono: la meditazione, il nobile massaggio Qian Kunarti marziali Tai Chi e Qi Gong, e infine lo Shao Lin Zen Tea.
Come farsi scappare quest’occasione?! Approfittando di una domenica in città, ho deciso di sfruttare il pomeriggio per scoprire l’affascinante cerimonia del Tè e provare il Qi Gong subito dopo.

Sicuramente il tè ha tantissime proprietà e molteplici sono gli effetti benefici sull’organismo con un regolare consumo, ma in questa precisa occasione e soprattutto nella cultura orientale, il tè diventa parte di un rituale zen e spirituale, con radici molto antiche.
Nella foto che vedete qui sotto con il Maestro, vi mostro il simbolo dello Zen, che nella lingua cinese si chiama Chang, e che rappresenta la meditazione e il rispetto per tutto e tutti, la natura, la madre, le altre culture e religioni, e ogni cosa che ci circonda.
Questi sono i principi di base di ogni cerimonia. Aldilà di una sana degustazione, c’è davvero molto di più, decisamente un bellissimo risveglio di coscienza!

“Non puoi usare le emozioni per prendere decisioni”. Questo afferma e ribadisce più volte Master Hu. “Quando sei triste, arrabbiato, spaventato, ma anche felice ed euforico, di sicuro non farai le scelte giuste, prima devi tornare in equilibrio.”
Ecco che il rituale del Tè diventa non solo un momento di incontro ma, attraverso la meditazione, un’occasione per riequilibrarsi.
Noi dovremmo imparare e fare un po’ nostro questo concetto di vita. Noi che combattiamo lo stress e spesso anche con noi stessi o con il prossimo…sarebbe bello concedersi un momento così, magari da condividere con la propria famiglia!

In generale il suggerimento è sempre quello di trovare un equilibrio e bilanciare le emozioni.
“Se sei seduto tutto il giorno la sera devi fare un po’ di movimento, viceversa se sei sempre in piedi, devi pensare a rilassarti.”
Nella teoria non fa una piega ma nella pratica, ad esempio, io ho corso anche per arrivare a questi incontri (ed era pure domenica!), rischiando un ritardo penoso che decisamente stride con il rigore della cerimonia!
Per fortuna sono arrivata in orario e appena ci sediamo Master Hu, dai modi affabili e disponibili, inizia a descriverci i due tipi di tè che ha portato con sé, quello nero e quello bianco, rispettivamente energizzante da usare ad inizio giornata e rilassante da preferire verso sera. In particolare quello bianco viene fermentato almeno 8/10 anni e aiuta la digestione, l’intestino, la pelle e la qualità del sonno.
Ovviamente ci sono tantissimi altri tipi di tè, ma ci spiega che questi 2 hanno proprietà energetiche, mentre gli altri sono più di semplice degustazione. Pare che con soli 8/10 grammi si riesca a servire una cerimonia per tutta la famiglia.
Le  foglie è sufficiente lasciarle in infusione 10/20 secondi la prima volta e successivamente anche pochi secondi. Questo passaggio viene ripetuto molte volte, utilizzando due tipi differenti di teiere.

Master Hu ci invita ad ascoltare la musica per predisporre l’anima, chiudere gli occhi e soffermarsi ad annusare la nostra tazza e quel buonissimo profumo di natura e di alberi, poi assaporare il tè ma senza ingoiare subito, tutto con estrema calma e consapevolezza.
Scopro anche piccole curiosità, ovvero che il residuo di foglie ormai utilizzate lo usano come  maschera viso o lo fanno essiccare al sole per realizzare dei cuscini! E non è tutto, l’acqua scartata delle primissime infusioni, non viene anch’essa sprecata ma utilizzata per annaffiare e nutrire le piante.
Finito di assaporare il tè e decisamente più rilassati rispetto all’arrivo, lasciamo la zona della Spa dell’Hotel e ci spostiamo in un’altra sala a provare il Qi Gong, un mix tra arti marziali, meditazione, concentrazione fisica e mentale.
L’esperienza mi è piaciuta molto e approfondirò presto…prossimamente su MyPassionFit con le arti marziali Shaolin! 😉

Per saperne di più su Master Hu:
Instagram: https://www.instagram.com/shaolinmasterhu/

Per saperne di più sul programma di incontri con Master Hu al Mandarin Orential Milan:
Sito: http://www.mandarinoriental.it/milan/

Tags:
Leave a Comment